Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

ok, ho capito

Cerveteri: l'evoluzione della città e del santuario di Pyrgi

12 Settembre 2020 - ore 17

Visita guidata 

Un'anforetta nicostenica a figure nere, proveniente dalla Tomba dei vasi greci, ricavata entro il Tumulo II della necropoli della Banditaccia è fra le opere protagoniste della visita guidata di sabato 12 settembre alle ore 17 a cura di Fernanda Abbadessa.

Prenotazioni all'indirizzo mn-etru.comunicazione@beniculturali.it

La tomba è stata denominata così perché la camera funeraria principale conteneva un ricchissimo corredo di ceramiche ateniesi a figure nere e a figure rosse (databili fra il 550 e il 500 avanti Cristo). Tali vasi, oltre a costituire una testimonianza della ricchezza e delle velleità autocelebrative delle aristocrazie etrusche e a evidenziare gli esiti degli intensi scambi di beni e modelli culturali con la Grecia, ci mostrano la transizione nei decenni finali del VI secolo a. C. alla nuova tecnica delle figure rosse. Nikosthenes, ceramista importante e dalla vasta produzione, ha firmato i propri capolavori con la dicitura “Nikosthenes epoiesen” (Nikosthenes ha fatto) e ha indirizzato una parte della sua produzione ai gusti della committenza etrusca, inventando nuove e particolari forme ceramiche come le pissidi e anfore di piccole dimensioni. 

let's talk

Dialoga con il museo

Scrivici o seguici
facebook
instagram
twitter
youtube

Seguici sui social

newsletter

Iscriviti per sapere tutto sulle nostre attività

contattaci

Scrivici e contattaci.
Guarda chi siamo e di cosa ci occupiamo