Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

ok, ho capito

Aspettando il Premio Strega

fino al 6 ottobre - 9.00-20.00

Scopri i 12 libri Stregati nelle vetrine del Museo

Siamo pronti per la 73esima edizione del Premio Strega, la kermesse letteraria nata in collaborazione fra la Fondazione Bellonci e il Liquore Strega che da oltre 70 anni il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia ha il piacere di ospitare cementando il suo rapporto con uno degli eventi più rilevanti per la cultura italiana, così come volle la sua ideatrice, Maria Bellonci.
Il 4 luglio in diretta su Rai Tre dal Ninfeo della Villa si decreterà il libro che si aggiudicherà il titolo fra i 5 finalisti dell'edizione 2019: Benedetta Cibrario con “Il rumore del mondo”, Claudia Durastanti con “La straniera”, Marco Missiroli con “Fedeltà”, Antonio Scurati con “M. Il figlio del secolo” e Nadia Terranova con “Addio fantasmi”.


Per il terzo anno consecutivo le nostre vetrine accolgono i libri dei 12 semifinalisti.
Un connubio fra romanzo e archeologia che si fonda su connessioni storiche, affinità territoriali, suggestioni, logiche o relazioni ideali che dal racconto si trasferiscono alle opere del Museo con l'intento di creare una narrazione specifica e originale nel percorso museale. Un progetto che, anche a questo scopo, trae ispirazione dal “Decalogo di un museo che racconti storie quotidiane” del premio Nobel per la letteratura Orhan Pamuk.
Seguite le tracce dei Libri dello Strega nelle nostre sale, cercate il libro che vi è piaciuto di più o che non avete ancora letto... ne trarrete spunti interessanti di riflessione, vi riconoscerete nei passaggi narrativi che hanno ispirato anche noi e che, accostati a elementi figurativi, reperti archeologici, oggetti d'uso quotidiano nel mondo antico acquistano valore e significato rinnovato. Le parole scritte nel presente suggeriscono emozioni, evocano storie passate, interpretano vite, segni, legami. Proprio come i nostri reperti si mettono allo specchio per ricordarci chi siamo.
È una Storia quella che proponiamo che attende solo di essere letta.

Il percorso è visitabile fino al 6 ottobre in orario di apertura del museo (martedì-domenica dalle 9 alle 20) ed è compreso nel costo del biglietto.


Ringraziamo il personale del Museo che ha contribuito a vario titolo alla realizzazione di questa iniziativa.

let's talk

Dialoga con il museo

Scrivici o seguici
facebook
instagram
twitter
youtube

Seguici sui social

newsletter

Iscriviti per sapere tutto sulle nostre attività

contattaci

Scrivici e contattaci.
Guarda chi siamo e di cosa ci occupiamo