Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

ok, ho capito

LE FOSSE ARDEATINE: LA LUCE DELLA MEMORIA DAL BUIO DELLE CAVE

24 Marzo 2022 - ore 17

Storia inedita del Martire Carlo Mosciatti

Condividi su
facebook twitter

La memoria non è ciò che ricordiamo, ma ciò che ci ricorda. La memoria è un presente che non finisce mai di passare”.
Le parole di Octavio Paz, premio Nobel per la letteratura nel 1990, ci ricordano come sia compito di ciascuno di noi proteggere ed alimentare il delicato seme della Memoria, al fine di preservarlo e farlo germogliare nelle fondamenta di una società, affinché le atrocità di ieri non possano più albergare.

I musei sono i luoghi della Memoria, custodi delle identità e delle radici dei popoli, che hanno il dovere civico e morale di ricordare e condividere i momenti che hanno segnato la nostra esistenza, coinvolgendo studiosi ed esperti.
Nel giorno in cui si celebra il 78° Anniversario dell’Eccidio delle Fosse Ardeatine, il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia invita a riflettere sulle radici profonde e sul senso della Memoria che pervade o dovrebbe pervadere sempre tutta la nostra esistenza, perché è attraverso il ricordo in tutte le sue forme che si può continuare ad “apprendere”.

Giovedì 24 marzo, alle ore 17 accogliamo la conferenza “Le Fosse Ardeatine: la luce della Memoria dal buio delle cave”, curata dal dott. Alessandro Egidi, con il patrocinio di Sapienza Università di Roma e dell’ANFIM (Associazione Nazionale Famiglie Italiane Martiri).

Un momento di confronto su un episodio doloroso della nostra Storia recente e che diventa occasione di una testimonianza viva, quella della vicenda toccante di un martire ai più sconosciuto, Carlo Mosciatti. Un racconto inedito, custodito da uno dei suoi eredi, Alessandro Egidi, che da ricordo familiare si innalza a Memoria collettiva. La storia di Carlo Mosciatti è quella di molti giovani innocenti, che hanno pagato il prezzo di una guerra non voluta, rinunciando a sogni, futuro e ambizioni. Attraverso l’esposizione di cimeli, lettere e oggetti originali, sarà possibile rivivere i giorni e le ore che hanno preceduto l’eccidio.

Programma
Ore 17.00 Introduzione, Dott. Valentino Nizzo (Direttore Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia)
Ore 17.15 “Perché la Memoria”, On. Luciano Violante (Presidente Emerito della Camera dei Deputati)
Ore 17.45 “Carlo Mosciatti: storia di un martire”, Dott. Alessandro Egidi (Pronipote del martire Carlo Mosciatti)
Ore 18.15 “Il ruolo dell’ANFIM nel preservare la Memoria delle vittime del nazi-fascismo”, Dott. Francesco Albertelli (Presidente dell’ANFIM)

Conclusioni e breve presentazione dei cimeli del martire presenti in sala.

Ingresso gratuito nella Sala della Fortuna
Posti limitati. Prenotazione obbligatoria all’indirizzo memoria.ardeatine@gmail.com

Obbligo di Super Green Pass e mascherina FFP2.

let's talk

Dialoga con il museo

Scrivici o seguici
facebook
instagram
twitter
youtube

Seguici sui social

newsletter

Iscriviti per sapere tutto sulle nostre attività

contattaci

Scrivici e contattaci.
Guarda chi siamo e di cosa ci occupiamo